CICLO DI INCONTRI ONLINE: LA BIBLIOTECA DEL CONVENTO DOMENICANO

La Biblioteca del Convento domenicano annesso alla Basilica Ss. Giovanni e Paolo di Venezia fu una delle più importanti dell’Italia rinascimentale; ciò era dovuto soprattutto alla rara collezione personale del priore e poi maestro generale dell’Ordine (1487- 1500) Gioacchino Torriano, che volle collocarla in questo luogo. Questa preziosa raccolta di incunaboli e manoscritti antichi, arricchitasi nel tempo, venne trasferita alla Biblioteca Marciana nel 1789 e poi da qui molti dei manoscritti furono portati a Parigi “manu militari” dalle truppe occupanti napoleoniche.

Un luogo, pertanto, che possiamo pensare sia stato veramente strategico per la stessa cultura occidentale e l’identità dell’Europa, che non dobbiamo mai stancarci di ricordare si è formata con l’apporto di Gerusalemme, Atene e Roma e la “custodia” di città come Venezia. Oggi la straordinaria Sala della Biblioteca, con il suo inconsueto apparato iconografico, fa parte del compendio storico-museale compreso nell’area dell’Ospedale Ss. Giovanni e Paolo, uno degli ospedali storici italiani più antichi.

Con questo Ciclo di Incontri ricordiamo anche gli ottocento anni della morte di San Domenico, avvenuta nel 1221 a Bologna, la cui scelta di fondare un Ordine di religiosi dedicati allo studio è alla base della missione del luogo che presentiamo.

Il Ciclo di Incontri è disponibile e visionabile qui.